infoverona.it :: Tocati patrimonio condiviso, due giornate di convegno
Tocati patrimonio condiviso, due giornate di convegno
Scritto da red2   
marted́, 14 novembre 2017 23:26
Sabato 18 e domenica 19 novembre nella Sala convegni del Museo di Storia Naturale si terrà il seminario Tocatì. Un patrimonio condiviso. Le giornate dell’immateriale, primo incontro di formazione e scambio di esperienze tra comunità ludiche italiane, Istituzioni nazionali e Università.
L’incontro si inserisce nel progetto di candidatura Tocatì: un patrimonio condiviso, organizzato da Associazione Giochi Antichi in collaborazione con MIBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), ICDE (Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia) e con il sostegno della Regione del Veneto e del Comune di Verona, che vuole porre le fondamenta di una Rete italiana per la salvaguardia del patrimonio ludico tradizionale.
All’incontro parteciperanno 13 comunità ludiche di gioco tradizionale provenienti da varie regioni italiane, con cui il Tocatì ha collaborato per la salvaguardia e promozione dei giochi e sport tradizionali sin dal 2003, anno della sua prima edizione.
Sabato mattina le comunità di gioco presenteranno, insieme con Associazione Giochi Antichi, le loro esperienze e, nel pomeriggio, il Ministero della Cultura e altre Istituzioni e Associazioni nazionali rifletteranno sul loro possibile contributo al progetto. All’incontro interverranno l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia – ICDE (MiBACT), la Società Italiana per la Museografia e i Beni Demoetnoantropologici – SIMBDEA, l’Associazione Nazionale Beni Patrimonio UNESCO, l’Unione Nazionale Pro Loco - UNPLI, e l’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari (ONG accreditate dal Comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale), la Regione Veneto e una rete di Università e cattedre UNESCO italiane (Università di Milano Bicocca, Verona, Firenze, Roma la Sapienza, Matera e Palermo). 
La domenica mattina la rete di Università, Musei e cattedre UNESCO porterà la voce della ricerca nel grande cantiere del patrimonio culturale. Questa prima Rete italiana per la salvaguardia del patrimonio ludico tradizionale costituirà la base fondamentale del processo di candidatura di Tocatì al Registro delle buone pratiche di salvaguardia del patrimonio culturale immateriale.