infoverona.it :: Spacciatore marocchino arrestato sui bastioni
Spacciatore marocchino arrestato sui bastioni
Scritto da red2   
venerd́, 10 novembre 2017 23:15

La Polizia municipale ha arrestato ieri pomeriggio un 27enne di nazionalità marocchina, in flagranza di reato, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
L’intervento è avvenuto nell'area verde del bastione di circonvallazione Oriani, dove il giovane ha offerto dell’hashish ad un agente in borghese impegnato proprio nel servizio di prevenzione e controllo.
Fermato immediatamente, il soggetto è stato arrestato con comunicazione al magistrato di turno.
Gli agenti hanno sequestrato sei grammi e mezzo di hashish ed alcune banconote delle quale il giovane, irregolare in Italia e senza lavoro né fissa dimora, non riusciva a giustificare la provenienza.
In serata l’uomo è stata portato alla Casa circondariale di Montorio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Sempre ieri, in serata, la Polizia municipale è stata impegnata in un esteso controllo per la prevenzione del degrado, con verifiche nelle aree verdi della zona sud quali via Calvi, San Giacomo e via Ongaro.
All'intervento hanno partecipato anche un'unità cinofila della Polizia municipale di Venezia e personale della Questura di Verona.
Una cinquantina le persone controllate durante il servizio: 15 nelle aree verdi, 23 in zona Zai e nove che stavano dormendo nelle aree della fiera.
Sei persone, tre prostitute e tre senzatetto di diverse nazionalità, sono state accompagnate al Comando di via del Pontiere per accertamenti sull'identità, ancora in corso.
Sette le prostitute complessivamente sanzionate dagli agenti perché sorprese ad esercitare l’attività sulla strada, comportamento vietato dal regolamento di polizia urbana.
In zona fiera è stata fatto intervenire anche il personale di Amia, che ha ripulito da cartoni e rifiuti vari l'area utilizzata per bivaccare. Recuperate anche due biciclette pressoché distrutte, che nei prossimi giorni saranno consegnate all'ufficio oggetti rinvenuti del Comune.