infoverona.it :: Scalo merci e alta velocitÓ, buone notizie da Roma
Scalo merci e alta velocitÓ, buone notizie da Roma
Scritto da red2   
venerdý, 10 novembre 2017 23:08

“La macchina è avviata. La realizzazione del Central park a Verona è un obiettivo su cui abbiamo già cominciato a lavorare concretamente con la piena disponibilità di Rfi”. A dirlo è il sindaco Federico Sboarina, al termine dell’incontro, avvenuto a Roma, con l’ad di rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile, l’assessore all’Urbanistica Italia Segala, e l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Elisa De Berti. Presenti anche alcuni tecnici: gli ingegneri Giuseppe Fasiol e Marco D’Elia della Regione; Christian Colaneri per Rfi.

Il sindaco ha incontrato l’amministratore delegato di Rfi per comunicargli ufficialmente l’intenzione della nuova amministrazione di destinare l’area dello scalo merci di Porta Nuova interamente a parco urbano. Attualmente, l’area è in parte di proprietà di Mercitalia logistics, mentre Rfi lavorerà allo spostamento al Quadrante Europa dei 28 treni merci che ogni settimana terminalizzano a Verona Porta Nuova Scalo e dei circa 400 treni che ogni settimana attraversano l’impianto con soste per attività industriali.

“La collaborazione espressa oggi riguarda due fronti – aggiunge il sindaco -. Il primo è la disponibilità allo spostamento dei treni al Quadrante Europa e la seconda garanzia avuta da Rfi è che entro questo mese organizzerà un incontro a Verona con Mercitalia, in modo che il Comune cominci a parlare con il proprietario per stabile le modalità operative. Il secondo obiettivo importante per il Comune è che l’intera partita ferroviaria veronese, scalo merci e Alta velocità, sarà trattata con una visione di insieme e non in tante singole partite. Il percorso sarà lungo e non facile, come abbiamo sempre detto, ma le premesse e l’incontro positivo di oggi sono un ottimo inizio”.

Infine, l’incontro a Roma ha dato un’altra buona notizia e riguarda la tratta di Alta velocità Verona-Vicenza, Corridoio V lotto Verona Montebello, andrà all’approvazione del Cipe entro il mese di novembre.