infoverona.it :: Ciclista illuminato, mille kit luci per biciclette
Ciclista illuminato, mille kit luci per biciclette
Scritto da red2   
mercoledý, 08 novembre 2017 23:06
Grazie ad un contributo economico del Comune di Verona, venerdì 10 Novembre Fiab Verona sarà in grado di distribuire oltre mille kit luci (led bianco anteriore e led posteriore rosso) ad altrettanti ciclisti che ne fossero sprovvisti.
L’occasione sarà data dall’ormai tradizionale "Ciclista Illuminato", l’iniziativa di Fiab Verona specificamente pensata per sensibilizzare i ciclisti urbani all’uso corretto dei dispositivi di illuminazione.
Tra le 17.30 e le 19 i volontari dell’associazione si apposteranno in 4 punti di ingresso/uscita dalla città storica (Viale Piave, Corso Castelvecchio all’angolo con Via Roma, Ponte Novo e Ponte della Vittoria) per contare i ciclisti di passaggio.
Con garbo avvicineranno quelli sprovvisti di luci, spiegando loro l’importanza di una corretta illuminazione e regalando il kit a disposizione. Per ogni transito verrà inoltre annotata la dotazione di ciascuna bicicletta per poi alla fine elaborare una statistica informale sull’uso delle luci da parte dei ciclisti veronesi.
“Questa è il nostro modo di contribuire alla sicurezza stradale ed è anche una risposta ai tanti che continuano a lamentarsi dei ciclisti indisciplinati – commenta il presidente Fiab Corrado Marastoni – i dati a nostra disposizione confermano che ancora oggi quasi la metà circa dei ciclisti in circolazione in orario serale non fa nessun uso di dispositivi di illuminazione, mettendo così a rischio la propria e l’altrui incolumità. Ricordiamo che il Codice della strada prescrive non solo i fanali anteriore e posteriore, ma anche i catarifrangenti ai raggi e sui pedali e il giubbino ad alta visibilità in ambito extraurbano e nelle gallerie urbane. Negli ultimi anni la condizione è andata migliorando molto lentamente, confidiamo che l’impegno attivo anche da parte del Comune, che per la prima volta contribuisce a questa nostra iniziativa, riesca ad imprimere l’accelerazione sperata”.