WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Provincia, Pastorello presidente
Scritto da red2   
martedì, 14 ottobre 2014 00:07

Si sono concluse nel tardo pomeriggio di oggi le operazioni di scrutinio e il calcolo ponderato dei voti per le prime elezioni provinciali di secondo grado. La proclamazione del vincitore da parte del presidente della Commissione elettorale provinciale è avvenuta alle ore 19.
Antonio Pastorello, sindaco di Roveredo di Guà, è il nuovo presidente della Provincia di Verona. con 587 voti e i 51,5%; sono stati 568 i voti di Giovanni Peretti, sindaco di Castelnuovo del Garda, con il 48,5%. La tornata elettorale ha visto affluire alla urne 1.171 elettori su 1.259 aventi diritto tra sindaci e consiglieri comunali di 97 Comuni della provincia veronese (non ha votato il Comune di Albaredo d’Adige in quanto commissariato).
I voti validi sono stati 1.155 con 14 schede bianche, 7 nulle e 1 voto annullato per il candidato Peretti. L'affluenza alla chiusura dei seggi, alle ore 20.00 di ieri sera, è stata del 93%.
 
CONSIGLIO PROVINCIALE
Tra le sei liste, che presentavano un totale di 79 candidati, sono stati eletti 16 membri del nuovo Consiglio provinciale, così suddivisi:
 
MAGGIORANZA
Lista n.1 – La provincia al centro. Pastorello Presidente, totale voti 270: Carradori Mauro consigliere comunale di San Pietro In Cariano, Gambaretto Lino sindaco di Soave, Zerman Fabrizio consigliere comunale di San Giovanni Lupatoto;
 
Lista n.2 – Verona Est per Pastorello, totale voti 198: Sardelli Andrea consigliere comunale di Verona, Ferrari Claudio consigliere comunale di Tregnago, Febi Davide consigliere comunale di Cologna Veneta;
 
Lista n.6 – Verona Ovest per Pastorello, totale voti 133: Zamperini Luca consigliere comunale di Villafranca, Nicoli Gaetano consigliere comunale di Verona, Mazzi Gualtiero consigliere comunale di Sona.
 
MINORANZA
Lista n.3 – Insieme per Verona, totale voti 230: Ceschi Stefano consigliere comunale di Bussolengo, Allegri Giandomenico consigliere comunale di Sommacampagna, Segattini Fabio consigliere comunale di Verona, Martari Paolo consigliere comunale di Villafranca;
 
Lista n.4 - Il Buon Governo per Verona, totale voti 208: Cubico Serena consigliere comunale di Ferrara di Monte Baldo, Corra' Mirko sindaco di Salizzole.
 
Lista n. 5 – La Provincia sei tu – amministratori per il territorio, totale voti 81: Malaspina Giorgio sindaco di San Pietro di Morubio.
 
Il sistema elettorale prevede il voto ponderato a seconda della fascia di appartenenza dei Comuni, suddivisi in base al numero di abitanti. Le fasce identificano la popolazione rappresentata e quindi il “peso” del voto crescente in relazione al numero di cittadini.  
 
Il nuovo presidente Pastorello, oltre ad incarichi prestigiosi in diversi Enti del territorio, ha ricoperto per quattro mandati la carica di sindaco di Roveredo di Guà: dal 1980 al 1985, dal 1985 al 1990, dal 2004 al 2009 e dal 25 maggio 2014 ad oggi. Dal 1988 al 1992 è stato presidente della Comunità Adige Guà e dal 1989 è presidente del CISIAG (Consorzio Intercomunale Servizi Idrici Adige Guà). La sua esperienza in Provincia è iniziata nel 1990 con diverse cariche: assessore ai Lavori Pubblici, Beni Ambientali e Urbanistica; assessore al Bilancio e ai Servizi Sociali, assessore al Turismo, Sport e Volontariato; vicepresidente per tre mandati dal 1994 al 1995, dal 1999 al 2004 e dal 2004 al 2009. Nel 2009 è stato eletto presidente del Consiglio della Provincia di Verona.

I gatti più belli in mostra a Verona
Scritto da red2   
lunedì, 13 ottobre 2014 23:54

Ci saranno anche i gatti del Bengala simili a leopardi in miniatura, tra le centinaia di  protagonisti della 39^ Esposizione Internazionale Felina di Verona, che sotto l’egida dell’ANFI (Associazione Nazionale Felina Italiana) e col patrocinio del Comune di Verona e del Movimento Azzurro si terrà sabato 1 e domenica 2 novembre al piano terra e nelle sale sotterranee del seicentesco palazzo della Gran Guardia in piazza Bra di fronte all’Arena.
Al tradizionale appuntamento col concorso di bellezza felino organizzato dall’allevatrice veronese Costanza Daragiati, sono attesi gatti provenienti da tutta Europa, valutati da quattro giudici della Federazione Felina Internazionale: la svizzera Thea Friskovec, il francese Yan Roca Folch e per l’Italia Fabio Brambilla e Gianfranco Mantovani.
Molte le razze in esposizione nelle due distinte competizioni del week-end, con esemplari nati in Italia e all’estero, portati da allevatori provenienti da diversi Paesi dell’Unione Europea. Tra gli esemplari più numerosi alIa Gran Guardia ci saranno i Bengala, mici discendenti dal gatto selvatico Felis prionailurus bengalensis (piccolo felino diffuso in tutto il Sud Est Asiatico, Cina e India comprese), frutto dell’incrocio tentato nel 1963 da un’allevatrice californiana tra un maschio proveniente dall’Asia e una gatta di razza American Shorthair (l’Europeo che nel Seicento seguì nel nuovo mondo gli emigranti). Come il suo progenitore selvatico, il Bengal ha il mantello maculato, è un eccellente nuotatore e ama l’acqua.
Il pubblico che nel week end visiterà alla Gran Guardia di Verona i due piani dell’expo potrà avvicinare i campioni di tutte le razze, prenotare i cuccioli, trovare molti prodotti per l’alimentazione, la cura, la bellezza, gli “hobby” dei piccoli animali. La mostra sarà aperta dalle 9,30 alle 18,30 con orario continuato, col seguente programma: ore 10 inizio dei giudizi e dopo le ore 15 best in show. Ognuna delle due giornate prevede distinte premiazioni che avranno luogo nel pomeriggio fino alle ore 18 sul palco della sala al piano interrato, dove il pubblico potrà accomodarsi sulle poltroncine del teatro.
Come sempre, per favorire il contatto tra bambini e animali, la manifestazione prevede l’ingresso gratuito fino ai 12 anni di età; per gli altri il biglietto è di 10 euro, ma è possibile avere lo sconto per la giornata di sabato scaricando il coupon di 8,50 euro da Facebook.Info e iscrizioni: Questo indirizzo di e-mail è protetto dai bots spam , serve che Javascript sia abilitato per poterlo vedere Ufficio stampa: Roberto Brumat (347 3020664)

Fedrigoni, a fine mese quotazione in Borsa
Scritto da red2   
lunedì, 13 ottobre 2014 23:45
Fedrigoni non teme i mercati e punta a quotarsi in Borsa il 29 ottobre. La multinazionale veronese della carta fondata nel 1888, conosciuta, in particolare, per il marchio Fabriano, rompe gli indugi e dà il via libera all'offerta che punta a quotarla con una capitalizzazione di 514,2 - 654,5 milioni. L'offerta, da 5,5 e 7 euro per azione, consiste in 32,73 milioni di titoli (pari al 35,01%) di cui 13,49 rivenienti da aumento di capitale e i restanti 19,23 messi in vendita dalla famiglia.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 33 - 36 di 5472
© 2014 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.