WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Maltempo, stato d'allerta in Veneto
Scritto da red2   
lunedì, 15 giugno 2015 18:02
In riferimento all’evoluzione meteorologica attesa, che prevede per domani una situazione di instabilità diffusa su tutto il territorio regionale con fenomeni localmente intensi, il Centro Funzionale Decentrato della Regione al fine di garantire un monitoraggio costante e la massima prontezza operativa del Sistema di Protezione Civile, ha dichiarato lo stato di attenzione per possibili criticità idrogeologiche nell’ambito della rete idrografica minore di tutti i bacini veneti. 
 Il bollettino emesso oggi ha validità fino alle ore 14.00 di mercoledì. Le previsioni indicano infatti precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, che nel corso delle prossime ore si estenderanno dalle zone alpine e prealpine a tutto il territorio regionale. Lo stato di attenzione interesserà quindi tutti i bacini idrografici: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Piave pedemontano, Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave.
Bomba day, Comune pasticcione, cittadini incivili
Scritto da red2   
domenica, 14 giugno 2015 13:23
Il disinnesco della bomba è iniziato in grave ritardo, solo alle 10.57.
Alla mattina centinaia di auto hanno tentato di entrare in centro per recuperare i familiari residenti e aiutarli a sgomberare.
L'evacuazione del centro doveva essere effettuata entro le 9, ma i varchi erano stati tutti blindati alle 8.
Quindi lunghe code, disagi, litigi con militari e polizia da parte dei familiari che volevano entrare per far evacaure i parenti, ma non potevano:
A quel punto i varchi sono stati riaperti fino alle 8.45.
Il Comune aveva insistito sullo sgombero entro le ore 9, ma la chiusura del centro già alle 8 è stata per molti una novità.
Poi i cittadini hanno fatto poi la loro parte (in negativo).
Le operazioni di disinnesco non sono iniziate alle 9 ma quasi due ore dopo.
Le forze dell'ordine, con l'aiuto dei droni, continuavano a segnalare gente per strada che si muoveva tranquillamente nella zona rossa e in quella arancione.
Altre due ore se ne sono quindi andate per allontare i molti che avevano contravvenuto all'obbligo di sgombero.
Bomba day, disinnesco effettuato
Scritto da red2   
domenica, 14 giugno 2015 13:11
E' durata un'ora e cinque minuti l'operazione di disinnesco della bomba della seconda guerra mondiale all'ex Arsenale di Verona. I sette artificieri dell'8/o Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti "Folgore" di Legnago con l'utilizzo di un robot computerizzato sono intervenuti con il despolettamento e la messa in sicurezza dell'ordigno, che domani sarà trasportato all'aeroporto di Boscomantico dove sarà fatto brillare.
Il disinnesco è terminato alle 12.08.
Le migliaia di persone evacuate hanno potuto iniziare subito dopo il rientro nelle loro abitazioni.
Per agevolare gli spostamenti, la Ztl rimane ad accesso libero fino alle ore 16.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 33 - 36 di 6015
© 2015 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.