WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Colpo a Castelvecchio, la pista porta in Urss
Scritto da red2   
lunedì, 18 aprile 2016 20:42

Il quotidiano "Il Piccolo" di Trieste torna sul colpo a Castelvecchio.
A cinque mesi dal clamoroso furto compiuto al Museo di Castelvecchio dove furono rubati 17 capolavori, da Rubens a Bellini, da Tintoretto a Mantegna, fervono le indagini a livello internazionale. "Dopo i recenti arresti di 10 moldavi e 3 italiani, tra cui la guardia giurata del museo, tutte le piste per ritrovare i quadri trafugati portano all'ex dominio sovietico, dove i capolavori ancora si troverebbero" scrive il quotidiano.
Paola Marini, oggi direttrice delle Gallerie dell'Accademia di Venezia ma all'epoca dei fatti alla guida del museo veronese, esprime la sua amarezza: "Sto ancora male per quanto accaduto: mi tengo in continuo contatto con le forze dell'ordine. È stato un furto anomalo sotto tanti profili. Sicuramente non su commissione, che di solito si fa per uno o due opere al massimo".
"Penso più a un furto compiuto per un riscatto o un ricatto - continua la Marini su Il Piccolo - perché c'è stata un'anomalia molto forte in tantissime operazioni della chiusura del museo e una totale sconclusionatezza nella dinamica e nel numero delle opere rubate".

Arena, Fondazione commissariata
Scritto da red2   
venerdì, 15 aprile 2016 20:32
Arriva un commissario per la Fondazione Arena di Verona. Lo ha deciso il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini che ha nominato Carlo Fuortes "manager culturale che ha già gestito con grande professionalità ed efficacia la situazione di crisi dell'Opera di Roma". Fuortes, si precisa, svolgerà l'incarico gratis e continuerà anche il suo lavoro di Sovrintendente al Costanzi, "affiancando per alcuni mesi il ruolo di commissario dell'Arena di Verona". Al commissario è stato affidato il mandato di "garantire lo svolgimento della stagione estiva dell'Arena" e di "verificare entro il termine previsto dalla legge del 30 giugno 2016 le condizioni che permetteranno alla Fondazione scaligera di adempiere ai parametri stabiliti dalla legge Bray per accedere al percorso di risanamento o, in caso contrario, di avviare la sua liquidazione". Fuortes, si dice certo Franceschini, adempirà al nuovo mandato "con la consueta autorevolezza e efficacia".
Ciclista muore a cinque giorni dall'incidente
Scritto da red2   
venerdì, 15 aprile 2016 20:32
Dopo cinque giorni di agonia, oggi a mezzogiorno è deceduto Mirko Di Nicola, il ciclista trentenne che lo scorso 10 aprile a Verona era stato investito in bicicletta da un'auto. Il giovane era stato ricoverato in condizioni disperate all'ospedale di Borgo Trento, dove è morto questa mattina. La Polizia municipale di Verona ha attivato un'indagine di Polizia giudiziaria chiedendo a testimoni di presentarsi al Comando per ricostruire la dinamica dell'incidente. Il conducente dell'auto è indagato per omicidio stradale.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 33 - 36 di 6440
© 2016 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.