WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Droga, a Buttapietra 1800 chili di marijuana
Scritto da red2   
venerdì, 10 febbraio 2017 21:30
1800 chili di marijuana, il più grande sequestro di droga trasportata su gomma messo a segno in Italia. E' l'operazione della Polizia che ha concluso un'indagine congiunta delle Squadre Mobili di Bolzano e di Verona.
Ne avevamo riferito ieri, oggi i dettagli dell'operazione sono stati resi noti in conferenza stampa.
In carcere sono finiti un 55enne incensurato, Nereo Figaro, residente a Vigasio e tre cittadini serbi: Dragan Nikolicm 59 anni, residente a Castelnuovo del Garda, Goran Vasiljevic (44enne residente a Mantova) e una donna, Alexandra Peric, 43 anni, residente ad Altavilla Vicentina.
L'indagine ha consentito di individuare un capannone a Buttapietra, deposito dello stupefacente, droga che avrebbe fruttato 2 mln di euro. E' stato ricostruito il viaggio della droga, reperita in Calabria per poi essere trasportata su Tir fino a Buttapietra per il successivo smistamento sia nel Nord Italia, sia nel nord Europa. Il carico è risalito a Nord lungo l'autostrada e Tir e un'auto stati intercettati dai poliziotti all'altezza di Bologna.
Rubavano Ferrari e Rolls, arrestati
Scritto da red2   
venerdì, 10 febbraio 2017 21:28
Nell'ambito della maxi-operazione antidroga di ieri, con il sequestro di 1,8 tonnellate di marijuana, le squadre mobili di Bolzano e Verona hanno confiscato anche una Ferrari, una Rolls Royce, una Range Rover e due Caravan ed altri beni per un valore complessivo di quasi un milione di euro.
L'indagine ha consentito di smantellare un gruppo composto di 3 persone che dopo aver caricato lo stupefacente a bordo di un tir e lo aveva trasportato fino in provincia di Verona, a Buttapietra, dove sono stati bloccati da agenti delle squadre mobili di Verona e Bolzano. Nel pomeriggio di ieri, gli stessi investigatori hanno tratto in arresto il quarto componente della banda.
Influenza, il peggio è passato
Scritto da red2   
venerdì, 10 febbraio 2017 21:32
E’ iniziata in Veneto la curva di discesa dell’incidenza dell’influenza stagionale che, nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio, è scesa, seppur di poco, da 90,7 persone colpite ogni diecimila a 86,7. Il virus ha comunque colpito altri 42.634 veneti nell’ultima settimana, portando il totale da inizio stagione a 282 mila persone messe a letto.
Lo rivela l’ultimo Rapporto epidemiologico del sistema di sorveglianza dell’influenza, redatto dalla Direzione regionale Prevenzione e reso noto dall’Assessore alla Sanità Luca Coletto.
“Il picco appare superato – sottolinea Coletto – e sembra essere stato raggiunto a fine gennaio. Ringrazio tutti i nostri sanitari, che in questo periodo sono stati in prima linea, spesso rinunciando a ferie e riposi per rispondere alla richiesta di cure. Il sistema complessivo è stato sottoposto a pressioni in alcuni casi anche forti, ma ha reagito con efficienza, trovando comunque una soluzione anche alle situazioni più complicate. Noi ai malati– dice Coletto – un letto lo troviamo sempre”.
Per quanto riguarda le fasce d’età, i più colpiti sono ancora i bambini tra zero e 5 anni, tra i quali l’incidenza è calata da 279 casi per diecimila a 181,2, ma rimane ancora alta. In calo anche la fascia pediatrica 5-14 anni, mentre una lieve ripresa si è registrata tra gli adulti.
I casi con complicanze sono stati sinora 89, dei quali 49 forme gravi con 23 ricoveri in terapia intensiva. 
Attualmente sono stati segnalati sei decessi correlabili all’influenza e altri sei legati a polmoniti. In tutti i casi si trattava di pazienti con gravi patologie pregresse.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 21 - 24 di 6818
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.