WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Acque Veronesi, Pfas in un pozzo
Scritto da red2   
martedì, 14 marzo 2017 23:34
E’ stata riscontrata la presenza di solo pfos (acido perfluoottansulfonico) e non di altri elementi chimici della famiglia dei pfas (sostanze perfluoroalchiliche) in un pozzo superficiale gestito da Acque Veronesi. 
L’assessore regionale all’ambiente Gianpaolo Bottacin comunica che l’ARPAV è stata immediatamente allertata e si è subito attivata. “Dai primi elementi raccolti – aggiunge – l’ARPAV esclude che possa esserci qualche collegamento con l’inquinamento da pfas nell’area di Trissino, nel vicentino. Lo sforamento dei limiti riscontrato nel pozzo veronese è di leggera entità ma, in ogni caso, l’attenzione resta massima. Anche il rilevamento di questo episodio conferma che l’attività di monitoraggio e controllo è continua e riguarda tutto il territorio regionale” 
Da parte sua l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto mette in evidenza che “anche in questo caso stiamo lavorando in totale collaborazione tra ambiente e sanità. Purtroppo abbiamo sviluppato una certa esperienza su questo fronte. Tutte le iniziative che risultassero necessarie per salvaguardare la salute pubblica saranno adottate con la massima celerità”.
Hellas sprecone, pareggio misero contro l'Ascoli
Scritto da red2   
martedì, 14 marzo 2017 01:09
Il Verona non va oltre lo 0-0 contro l'Ascoli nel Monday Night della 30esima giornata di Serie B e fallisce l'aggancio alla Spal in vetta alla classifica: ora la squadra di Pecchia è seconda in coabitazione con il Frosinone a -2 dai ferraresi. Il pari sta stretto all'Hellas che costruisce occasioni a raffica ma spreca troppo: pesa soprattutto l'errore di Romulo che al 59' si fa parare un rigore da Lanni. Nel finale Ganz viene fermato dal palo. 
Primo tempo vivace al Bentegodi con l'Hellas che fa la partita e l'Ascoli che tiene bene il campo. Le occasioni migliori per la squadra di Pecchia arrivano nel finale: al 42' Siligardi, su azione di contropiede, lascia partire un sinistro potente bloccato in presa sicura da Lanni, poi nel primo minuto di recupero Zuculini calcia a botta sicura ma si vede negare la gioia del gol da un prodigioso recupero di Mengoni. Si va al riposo sullo 0-0, ma a inizio ripresa la squadra di Pecchia aumenta il ritmo e schiaccia l'Ascoli nella propria metà campo. Al 58' l'episodio che potrebbe cambiare la storia del match: Cappelluzzo controlla un pallone in piena area e cade dopo un contatto con Cassata. L'arbitro Piccinini non ha dubbi, concede il rigore ai gialloblù e ammonisce il difensore dei marchigiani. 
Romulo si presenta sul dischetto, cerca l'angolino basso ma Lanni si distende e devia in corner. Ormai si gioca a una sola porta e il portiere dell'Ascoli si esalta anche al 62' su una conclusione al volo del solito Romulo. La squadra di Aglietti non riesce più a ripartire, ma il Verona non sfonda. Il finale è tutto nel segno di Ganz che al 71' si vede annullare un gol per fuorigioco e all'88' stacca più in alto di tutti su cross di Bessa ma manda il pallone a stamparsi sul palo. Finisce 0-0 e il risultato fa felice solo l'Ascoli, ora a +4 sulla zona playout.
Prostituzione, allontanate 18 lucciole
Scritto da red2   
martedì, 14 marzo 2017 00:55
La Polizia municipale ha effettuato nel pomeriggio di sabato un servizio contro la prostituzione su strada in zona Stadio.
Dodici le prostitute controllate, tre cittadine italiane, sei rumene, una di nazionalità russa, una albanese ed una cinese, per la maggior parte di giovane età.
Dopo i controlli di rito le donne sono state rilasciate poiché dagli accertamenti non sono emerse pendenze. Controllate anche tre auto che gravitavano in zona e relativi conducenti, risultati regolari.
Il servizio è stato eseguito anche questa mattina da una pattuglia che ha verificato in particolare la situazione delle zone di via Ramelli, via Palladio e via Nascimbeni, dove sono state identificate ed allontanate complessivamente sei donne di nazionalità italiana e rumena.
Ieri mattina la Polizia municipale ha effettuato un controllo contro il degrado e le attività irregolari nella città antica, dove sono state individuate due persone che suonavano strumenti musicali in modo irregolare, nel dettaglio una fisarmonica ed una chitarra.
Ad entrambi è stata contestata la violazione al regolamento per la disciplina delle attività rumorose, che prevede che gli artisti richiedano una specifica autorizzazione per potersi esibire nelle vie del centro. La Polizia municipale ha accertato anche una violazione al regolamento per la disciplina dell'occupazione del suolo pubblico a carico di un mimo che impersonava una statua vivente sul ponte Scaligero.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 17 - 20 di 6858
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.