WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Avevano documenti falsi, arrestati due siriani
Scritto da red2   
lunedì, 22 giugno 2015 23:16
Possesso di documenti falsi. E' l'ipotesi di reato contestata dalla Guardia di Finanza di Verona a due siriani di 44 e 37 anni, arrestati allo scalo aeroportuale veronese. I due erano arrivati da Rodi ed avevano tentato di confondersi tra i turisti per eludere i controlli. Bloccati dai finanzieri all'atto del controllo documenti, avevano mostrato carte di identità italiane, apparentemente rilasciate dal Comune di Trapani, fingendosi commercianti proprio della cittadina siciliana.
Omicidio Bellucci, confermati i 30 anni per Ciccolini
Scritto da red2   
lunedì, 22 giugno 2015 23:10
Confermata in appello a Trento la condanna a trent'anni per Vittorio Ciccolini, 47 anni, avvocato veronese, per la morte di Lucia Bellucci, 31 anni, uccisa nell'agosto 2013. Originaria di Pergola (Pesaro Urbino), Bellucci aveva accettato un incontro chiarificatore col suo ex il 9 agosto, a Spiazzo Rendena. La condanna in primo grado in rito abbreviato risale allo scorso 8 ottobre.
Due mesi di lavori al sottopasso danneggiato
Scritto da red2   
venerdì, 19 giugno 2015 22:22
Il Sindaco Flavio Tosi si è recato oggi in sopralluogo al sottopasso autostradale di via Golino, danneggiato ieri dal “braccio” di una ruspa trasportata da un camion in transito. Presenti il presidente della 5^ circoscrizione Fabio Venturi, il Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura, il responsabile area manutenzioni dell’Autostrada Brescia-Padova ingegner Giovanni Natale, il responsabile area esercizio della A4 Alberto Brentegani.
A causa dei danni alle travi portanti della struttura, è stata emessa oggi un'ordinanza che vieta il transito nel sottopasso ai mezzi pesanti superiori a 3,5 tonnellate, mentre il traffico veicolare scorre su due corsie a dimensioni ridotte. I lavori per la messa in sicurezza del sottopasso dureranno circa due mesi.
“Già nel corso di questa notte sono state fatte le prime valutazioni sul danno con i tecnici dell’Autostrada - dice Tosi - che ringrazio per la straordinaria celerità d’intervento per quanto riguarda il riavvio della viabilità nella zona. Ora sono in corso tutti gli accertamenti necessari per trovare la soluzione tecnica, che nel minor tempo possibile possa consentire di riaprire la strada anche al traffico pesante, deviato su altre vie. Rimanere molti mesi in una situazione così precaria avrebbe conseguenze troppo pesanti per la mobilità cittadina”. 
“Per ora i camion sono bloccati e deviati su altre strade - spiega Venturi - per consentire ai tecnici dell'A4 di effettuare i primi interventi di messa in sicurezza del sottopasso. Ci auguriamo che nei prossimi due mesi di lavori venga individuata una soluzione che consenta il ripristino della viabilità originaria, per evitare l’ulteriore passaggio di mezzi pesanti su altri quartieri della città, oltre che su altri comuni. Si tratta comunque di un tratto di strada che con la prossima estate sarà interessato da un importante programma d’interventi, che porterà alla eliminazione dei quattro semafori oggi presenti e alla realizzazione di due nuove rotonde”.
“Una situazione di emergenza legata soprattutto ai mezzi pesanti - commenta il Comandante Altamura - che dovranno individuare dei percorsi alternativi. C’è un piano predisposto che verrà divulgato nelle prossime ore, ma soprattutto c’è un problema all'orizzonte molto più serio, che riguarda l'imminente inizio dei lavori di messa in sicurezza del ponte su canale Milani, tra San Giovanni Lupatoto e Verona, la cui chiusura andrà sicuramente ad influire sulla viabilità complessiva. Purtroppo sull'asse sud-est della mobilità cittadina si annunciano 6-7 mesi molto difficili. Quanto al danno procurato al sottopasso di via Golino, chiederemo il risarcimento al proprietario dell'automezzo, oltre ad inoltrare richiesta alla Motorizzazione civile di revisione della patente”.
“Un problema serio - dice Brentegani - perché sopra a questo sottopasso transitano sia l’autostrada A4, che come sappiamo è una delle autostrade a maggior flusso di traffico in Italia, sia la tangenziale sud di Verona, che con 60 mila auto al giorno in transito offre un servizio irrinunciabile al territorio sul piano della mobilità, rispetto alla viabilità ordinaria. Per questo, nel suo complesso, il danno subito risulta rilevante e di non facile risoluzione nel breve periodo. Siamo in fase di studio per individuare la migliore soluzione tecnica per il consolidamento statico delle travi danneggiate, con l'obiettivo di arrivare prima dell’apertura delle scuole ad una soluzione idonea almeno in termini di maggior scorrevolezza nel sottopasso: comunque i tempi per una risoluzione definitiva non saranno certo brevi”.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 17 - 20 di 6015
© 2015 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.