WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Sabato la Notte Europea dei Musei
Scritto da red2   
giovedì, 19 maggio 2016 22:37
Sabato 21 maggio torna la “Notte Europea dei Musei”, l’iniziativa - nata nel 2005 su idea del Ministero della Cultura e della Comunicazione francese con il Patrocinio dell’Unesco e del Consiglio d’Europa - che si propone di avvicinare le persone all’ambiente culturale e al patrimonio artistico, attraverso le collezioni permanenti o le mostre temporanee presenti nei musei, visitabili al di fuori dei consueti orari di apertura al pubblico. Come di consueto, anche la città di Verona aderisce con alcuni dei suoi Musei civici, che propongono ingressi gratuiti a partire dalle 19, visite guidate e attività organizzate appositamente per l’evento.

Museo degli Affreschi “G.B. Cavalcaselle” alla Tomba di Giulietta

La Direzione Musei d’Arte Monumenti, nel nuovo e rinnovato museo degli Affreschi, propone: ingresso gratuito dalle 19 alle 24 (ultimo ingresso 23.30); visite guidate ogni mezz'ora dalle 19.30 alle 22.30; percorsi individuali di visita con i volontari dell’associazione Amici dei Musei di Verona come “ciceroni di sala” e con la possibilità di seguire gli spunti di una caccia al tesoro, utilizzando una mappa del museo e risolvendo quesiti, indovinelli e cruciverba; intermezzo musicale nella chiesa di San Francesco: Alberto Rasi e Claudia Pasetto si esibiranno in “The spirit of Gambo. Musiche per due viole da gamba”: musiche di T. Hume, F. Couperin, de Sainte Colombe, Marais; omaggio a Shakespeare: in occasione dei quattrocento anni dalla morte del poeta inglese, gli studenti di cinque Scuole Superiori di Verona renderanno omaggio al grande drammaturgo, recitando alcuni suoi celebri sonetti in inglese e in italiano; finale del concorso “Verona Urbs picta: riscopri la città dipinta”: in sala Polifunzionale, dove saranno esposte le stampe dei venti finalisti, saranno proiettate tutte le foto che sono state inviate. Nel corso della serata, il pubblico presente potrà scegliere la foto preferita e determinare così il vincitore.

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Ragione

Il Palazzo della Ragione, che ospita la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, organizza visite guidate all’interno delle tre sale e la cappella dei Notai, ogni ora, a partire dalle 19.30 fino alle 23.30 (ultima visita). Ingresso gratuito dalle 19 alle 24 (ultimo ingresso 23.30)

Torre dei Lamberti

Ingresso gratuito dalle ore 19 alle 24 (ultimo ingresso 23.30).

Museo di Storia Naturale

Il Museo Civico di Storia Naturale, situato all’interno di palazzo Pompei, propone l'accompagnamento alla visita dell'esposizione del Museo, ogni venti minuti, dalle ore 19 alle 23.20. Ingresso gratuito dalle ore 19 alle 24.
Ospedali di Comunità, Tosi diffida Zaia
Scritto da red2   
giovedì, 19 maggio 2016 22:19
Il Sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha scritto una lettera al Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia e all'assessore alla Sanità, Luca Coletto nella quale li diffida a “voler disporre la pronta adozione dei necessari provvedimenti finalizzati all’attivazione dei posti letto negli Ospedali di Comunità del territorio veronese, consentendo, in tal modo, di assecondare le aspettative ed i bisogni delle persone, soprattutto anziane, bisognose dei servizi sanitari di prossimità e, nel contempo, di perseguire efficacemente il concreto raggiungimento di notevoli risparmi nella spesa pubblica”. “Sono passati più di 2 mesi – sottolinea Tosi – da quando denunciai che per gli ospedali di comunità all'interno dell'Ulss 20 di Verona le strutture erano già pronte ma rimanevano bloccate dalla mancata firma del dirigente competente: meno servizi alle persone malate, montagne di soldi pubblici gettati al vento in quanto da mesi tutti gli ulteriori 100 posti letto allestiti erano pronti, ma non potevano venire utilizzati per un motivo burocratico francamente incomprensibile quanto ingiustificabile. Finora però l'unica iniziativa della Regione è stata una smentita dei ritardi da parte dell'assessore regionale alla Sanità che annunciava l'imminente apertura degli ospedali di comunità nell'Ulss 20. Una smentita solo mediatica, dato che oggi, dopo quasi 2 mesi e mezzo, siamo al punto di prima: gli ospedali di comunità già pronti con i loro 100 posti letto sono ancora chiusi, con la conseguenza che i malati - in questo caso soprattutto quelli più anziani - sono ancora privati di un servizio di prossimità più vicino al proprio domicilio e psicologicamente meno “stressante” dell’ospedale vero e proprio”. “Il ritardo della Regione è ingiustificabile – conclude Tosi – e gravi le conseguenze: oltre al sovraffollamento dei nosocomi, si generano enormi sprechi di denaro dato che un posto letto in medicina interna costa giornalmente al sistema sanitario 250 euro in più rispetto all’ospedale di comunità (400 euro circa il primo, 135 il secondo): uno spreco che costa ai cittadini veneti più o meno 25 mila euro al giorno, 750 mila euro al mese».
Garda, tutte balneabili le 65 spiagge
Scritto da red2   
mercoledì, 18 maggio 2016 19:53
Dal 9 al 12 maggio è stata effettuata la prima campagna di monitoraggio delle acque di balneazione del Veneto. Sulla base dei risultati delle analisi effettuate a cura di ARPAV, è stata confermata la piena conformità ai requisiti di qualità previsti dalla normativa per tutte le acque di balneazione: mare e laghi, comprese quindi le 65 spiagge del Garda. Lo ha reso noto l’assessore regionale alle politiche ambientali che ha illustrato oggi, insieme al commissario straordinario dell’ARPAV, gli esiti della prima campagna di monitoraggio 2016 che ha attestato la positiva qualità delle acque.
L’assessore ha fatto presente che il monitoraggio proseguirà per tutta la durata della stagione balneare, con controlli mensili realizzati in collaborazione con la Direzione Marittima di Venezia (Guardia Costiera), e solo in caso di valori anomali il campionamento verrà ripetuto per verificare la persistenza o meno del fenomeno inquinante, identificare le eventuali cause e intraprendere manovre correttive. Un elemento  non trascurabile per un settore come quello turistico in cui il Veneto è la prima regione d’Italia. 
L’attenzione della Regione per la qualità delle acque – ha detto – è massima e riguarda comunque anche altri aspetti, qualitativi e quantitativi, come ad esempio i ripascimenti delle spiagge o la regimazione delle acque. “Per la difesa idraulica – ha aggiunto - la pianificazione regionale ha previsto interventi per tre miliardi di euro, tuttavia il rischio zero in questa materia non esiste e il nostro obiettivo è di ridurlo al minimo”.
Il commissario dell’ARPAV ha evidenziato che nel 2016 i controlli di legge vengono  effettuati su 174 acque di balneazione (95 sul mare Adriatico, 65 sul lago di Garda, 4 sul lago di Santa Croce, 1 sul lago del Mis, 4 sul lago di Centro Cadore, 2 sul lago di Lago, 2 sul lago di Santa Maria e 1 sullo specchio nautico di Albarella) con cadenza almeno mensile fino a settembre. Praticamente tutti i 1046 campioni analizzati a maggio sono risultati favorevoli alla balneazione. Prosegue quindi la positiva classificazione che negli ultimi 4 anni ha visto la quasi totalità delle acque (164 corpi idrici) di classe “eccellente” e i restanti (5) comunque di classe “buona”. 
Con l’occasione è stata presentata anche la pubblicazione “I relitti del golfo di Venezia”, realizzata nell’ambito delle attività per la tutela, la promozione e lo sviluppo della zona costiera veneta, con preziose informazioni su circa 40 siti sui fondali.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 17 - 20 di 6481
© 2016 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.