WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

L'Hellas torna in paradiso
Scritto da red2   
giovedì, 18 maggio 2017 23:18
Il Verona ottiene il punto che voleva, seppur con qualche brivido nel finale, e a distanza di un anno torna in A. Al Manuzzi finisce 0-0, con l'Hellas che dopo il triplice fischio esplode sotto la curva ospiti occupata da oltre 4.000 tifosi in festa. La squadra di Pecchia comincia meglio e tiene in mano il volante della partita, sfiorando il gol tre volte. All'11', sul cross di Romulo, ci prova Pazzini ma la palla è appena alta. Passano dieci minuti e il Pazzo si traveste da rifinitore per il rimorchio di Souprayen, ma il tiro del mancino da ottima posizione è sballato. Dopo un sinistro di alleggerimento di Garritano, il Verona trova la porta del debuttante Bardini al 28' ma la girata di Bessa è debole e centrale. Un clamoroso errore di Ligi, che regala palla all'incredulo Romulo, inaugura la ripresa, ma il tiro a colpo sicuro dell'ex juventino sfiora il palo ed esce. Al 53' altra chance clamorosa per lo stesso Romulo, che viene smarcato perfettamente da Pazzini, ma l'uscita di Bardini è decisiva e cancella il tiro dell'italo-brasiliano. Passa meno di un minuto e il deb Bardini è miracoloso sulla girata a colpo sicuro da due passi di Siligardi. Il Cesena si affaccia al 55' con Ciano, che spreca un'ottima chance non concretizzando un assist perfetto di Garritano. Al 72', poi, Rodriguez va in gol ma l'assistente Robilotta segnala il fuorigioco dello spagnolo (millimetrico) e l'arbitro La Penna annulla. Nel finale il Cesena sfiora il clamoroso vantaggio-beffa con il tiro del debuttante Akammadu, ma la deviazione di Bianchetti è decisiva. E il Verona inizia la festa in Bra, con il tradizionale bagno nella fontana (alla faccia delle ordinanze di divieto, con, come al solito, lo stesso sindano in campagna elettorale a fare il bagnetto violando le sue stesse disposizioni...).
Tutti in Bra anche perché un maxischermo aveva dato la possibilità a tutti di vivere in diretta gli ultimi 90 minuti prima della promozione nella massima serie.
Straverona, domenica la carica dei 20mila
Scritto da red2   
giovedì, 18 maggio 2017 23:28
E' stata presentata la 35ª edizione della Straverona, che si svolgerà domenica 21 maggio con partenza dalle ore 9 in piazza Bra, e la 6ª edizione di “Straverona junior” rivolta ai bambini dai 6 ai 13 anni, in programma sabato 20 maggio alle ore 16.30. 
Le manifestazioni sono organizzate dall’associazione Straverona in collaborazione con il Comune di Verona. 
Confermati anche per quest’anno i tre percorsi da 6, 10 e 20 chilometri e la CronoRun per gli atleti che vorranno essere dotati di chip per cronometrare il proprio tempo. Partecipando a questa corsa cronometrata, i podisti sosterranno il progetto U.I.D.C.A. per la SLA (Unità d’intervento Domiciliare per la Continuità Assistenziale a favore delle persone con SLA), a sostegno dei malati di SLA a fianco dei loro familiari.
Le iscrizioni alla Straverona possono essere effettuate online tramite MySDAM, allo stand in piazza Bra fino al 20 maggio; fino la 18 maggio nei seguenti punti autorizzati: Macron (viale del Commercio 40, Soave); Decathlon (via Monte Cristallo – San Giovanni Lupatoto, via Borgo Bello 32-Villafranca di Verona); Verona Runner (via Primo Maggio 26-ZAI Bussolengo); Km Sport (via A. Vespucci 13- San Martino Buon Albergo); Km Sport (via Verona 8 – Bussolengo). 
La quota d’iscrizione con maglietta tecnica e pacco gara è di 10 euro mentre la quota per la CronoRun sarà di 15 euro. 
La “Straverona junior” sarà su percorsi diversificati, a seconda dell’età dei partecipanti, che insieme ai genitori potranno iscriversi anche alla staffetta “Genitore&Figlio”. 
Per agevolare gli spostamenti dei partecipanti, nella giornata di domenica sarà attivato un servizio gratuito di bus navetta che collegherà il parcheggio C dello Stadio e piazza Cittadella, con i seguenti orari: partenze dal parcheggio dalle 7 alle 8.30 e ritorno da piazza Cittadella dalle 11.30 alle 14.30.
La Polizia municipale invita i cittadini a non usare i mezzi privati in particolare nella giornata di domenica, durante lo svolgimento della manifestazione; evitare l’arrivo in centro storico con l’auto;
non lasciare l’auto in sosta vietata o di intralcio al percorso; per i residenti del centro storico il consiglio è di uscire prima delle 7 e di rientrare nel primo pomeriggio, a manifestazione conclusa.
Scompare a Bolzano, trovato morto in un parco a Verona
Scritto da red2   
giovedì, 18 maggio 2017 23:20
È stato ritrovato a Verona, in un parco pubblico, il corpo di Florian Marzoner, 59 anni della Val Sarentino, scomparso da alcuni giorni. La sua auto era stata trovata a Bolzano. Secondo le forze dell'ordine la morte potrebbe essere stata provocata da un malore. L'uomo era scomparso da sabato ma si sperava di trovarlo ancora in vita. Già in passato, infatti, Marzoner si era perso nella zona di Gries a Bolzano salvo essere ritrovato dopo pochi giorni.
I carabinieri sono impegnati nella ricostruzione delle ultime ore di vita dell’uomo cinquantanovenne. Va chiarito, infatti, come abbia raggiunto la città veneta. Proprio ieri durante una riunione al Commissariato di Governo era stata stabilita la chiusura delle Passeggiate del Guncina nella giornata di sabato.
I soccorritori avrebbero dovuto arrampicarsi sulle pendici della camminata per controllare gli anfratti tra le rocce. Marzoner, infatti, era un grande amante della montagna e delle camminate in quota. Poi la tragica notizia da Verona.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 13 - 16 di 6959
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.