WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Strappa due messali, arrestato
Scritto da red2   
lunedì, 14 aprile 2014 23:41
I Carabinieri di Parona hanno arrestato un romeno di 41 anni per aver prima rubato e poi strappato due messali della parrocchia scaligera Decollazione di S. Giovanni Battista.
L'uomo, che era stato visto da una fedele mentre compiva il furto, alla richiesta della devota di lasciare i messali, li ha sollevati quasi come se volesse colpirla.
Uscito sul sagrato ha strappato i due libri liturgici.
La donna ha allertato il parroco e questi l'Arma che ha arrestato l'uomo.
Scappa all'alt, denunciato scooterista
Scritto da red2   
lunedì, 14 aprile 2014 23:41
La Polizia municipale ha denunciato all’Autorità giudiziaria uno scooterista di 23 anni per guida senza patente e in stato di ebbrezza. A suo carico anche altre responsabilità di carattere amministrativo perché lo scooter non era regolare, viaggiava oltre i limiti di velocità e non si è fermato all’alt degli agenti. L’episodio è avvenuto domenica poco prima delle 3 di notte in corso Milano, dove una pattuglia della Polizia municipale stava effettuando alcuni controlli. Lo scooterista era alla guida di un Yamaha Tzr e viaggiava a 75 chilometri orari, anziché ai 50 che avrebbe dovuto rispettare non solo perché previsti dalla segnaletica stradale, ma anche dalla categoria del veicolo. Invece di fermarsi all’alt, il giovane ha dribblato il posto di controllo fuggendo verso Croce Bianca, dove è però stato raggiunto dagli agenti che nel frattempo si erano messi al suo inseguimento.
Dai controlli sono emerse una serie di violazioni: il 23enne si trovava alla guida con valori di alcolemia prossimi a 1 grammo di alcol per litro di sangue, a fronte del limite massimo di 0,5, viaggiava a velocità eccessiva ed aveva tentato di sottrarsi al controllo. Inoltre lo scooter in grado di sviluppare una velocità superiore ai 45 km/h previsti era quindi irregolare perché eccessivamente potente. Per questo motivo sarebbe stata necessaria una patente per motocicli, anziché il semplice certificato di idoneità alla guida.
Il conducente è stato perciò denunciato all’Autorità giudiziaria e gli sono state contestate le violazioni amministrative per complessivi 700 euro, oltre alla decurtazione di 13 punti dal patentino. Al proprietario del mezzo, il padre, è stata anche contestata una violazione amministrativa di 389 euro, per aver permesso al figlio di guidare una moto pur non essendo patentato. 
Sono ancora in corso altri accertamenti sul mezzo.
Tris di Paloschi, il Chievo vede la salvezza
Scritto da red2   
domenica, 13 aprile 2014 18:33
Al Picchi, nella principale sfida salvezza della 33esima giornata di Serie A, il Chievo supera per 4-2 il Livorno. I toscani rompono l'equilibrio al 6' con Siligardi ma vengono raggiunti e superati dai gol di Paloschi al 9' e di Thereau al 23'. Paulinho su rigore al 34' agguanta il momentaneo pareggio ma ancora Paloschi al 47' permette ai clivensi di andare al riposo in vantaggio. Nella ripresa i toscani provano a recuperare facendo appello alla forza della disperazione ma il cinico ex milanista al 56' firma dal dischetto la sua personale tripletta e mette il definitivo sigillo alla gara.
Nel Livorno sono indisponibili Luci e Mbaye, il tecnico Di Carlo opta per il 3-5-2 con la coppia offensiva formata da Siligardi e Paulinho. Il Chievo, che deve invece fare a meno di Claiton e Drame, si schiera con il 4-3-1-2 ed in attacco Hetemaj a supporto di Thereau e Paloschi. Prima frazione davvero scoppiettante, combattuta e caratterizzata da un entusiasmante ritmo di gioco. I padroni di casa appaiono particolarmente determinati e già al 6' riescono a portarsi in vantaggio con Siligardi che, su sponda di Mesbah, batte Agazzi con un perentorio colpo di testa. Nemmeno il tempo di gioire che il Chievo al 9' perviene al pareggio grazie ad un preciso diagonale di Paloschi ben innescato da Thereau; e al 23' è proprio il francese a firmare l'1-2 con un preciso colpo di testa su assist del compagno di reparto. Al 33' però Paulinho viene atterrato in area da Benassi e l'arbitro decreta il rigore in favore degli amaranto: della battuta s'incarica Paulinho che pareggia spiazzando il portiere avversario con un preciso piatto destro. Il rigore c'era, ma il gioco andava fermato poco prima, in quanto il pallone era uscito dalla linea di fondo campo. Il primo tempo sembra volgere al termine sul risultato di parità ma al 47' ancora Paloschi riporta il Chievo in vantaggio battendo Bardi con un magico colpo di tacco su assist di Hetemaj: dopo 45' minuti è 2-3.
Nel secondo tempo il ritmo di gioco si rivela sempre sostenuto grazie alla veloce manovra offensiva di entrambe le squadre che continuano ad affrontarsi con grande spregiudicatezza. Il Livorno, nel tentativo di recuperare lo svantaggio, tende però a sbilanciarsi un po' troppo in attacco favorendo così le rapide ripartenze degli ospiti. Al 56' Radovanovic in area avversaria entra in contatto con Mesbah ed il direttore di gara assegna il penalty ai clivensi. Dal dischetto parte Paloschi che trafigge ancora Bardi con un potente destro. Il Livorno nonostante il doppio svantaggio non ci sta e si riversa in avanti a testa bassa. A poco però serve il coraggio ed il grande sforzo profuso dai ragazzi di Di Carlo per cercare di recuperare, senza ulteriori variazioni l'emozionante sfida si chiude quindi sul risultato di 4-2 in favore del Chievo. Tre preziosissimi punti in chiave salvezza conquistati dai ragazzi di Corini che salgono ora a quota 30 in attesa di ricevere il Sassuolo.
La partita di oggi è stata forse decisiva per la salvezza.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 13 - 16 di 5320
© 2014 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.