WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Castelvecchio, i dipinti rubati sono danneggiati
Scritto da red2   
venerdì, 27 maggio 2016 21:21
I dipinti trafugati nella rapina al museo di Castelvecchio a Verona e recuperati in Ucraina "presentano danni diffusi, apparentemente contenuti". Lo affermano Paola Marini ed Ettore Napione, i due periti nominati dalla procura di Verona che questa mattina a Kiev hanno esaminato le opere d'arte.
"I dipinti sono tutti originali - hanno spiegato i due esperti -, tutte le tele sono tagliate lungo la battuta del telaio e prive dello stesso. Manca la cornice ottocentesca del San Girolamo di Jacopo Bellini". Marini e Napione hanno concluso sottolineando che "i danni sono da approfondire in sede di perizia di restauro, anche a fini assicurativi".
Riapre il teatro Romano
Scritto da red2   
venerdì, 27 maggio 2016 21:23
Da domani, sabato 28 maggio, riapre al pubblico il rinnovato Museo Archeologico al Teatro Romano, che fino al 30 giugno sarà visitabile da turisti e cittadini alla tariffa promozionale di 1 euro. 
La presentazione alla stampa del nuovo complesso museale, totalmente rinnovato e ampliato, si è tenuta oggi, alla presenza del Sindaco Flavio Tosi, del presidente di Fondazione Cariverona Alessandro Mazzucco, dell'assessore regionale al Territorio e alla Cultura Cristiano Corazzari e delle massime autorità cittadine.
Il progetto di ristrutturazione, costato oltre 5 milioni di euro, ha consentito di recuperare 350 mq di spazio espositivo; gli allestimenti museografici e grafici accolgono e mettono in risalto la preziosità di oltre 600 reperti. 
“Grazie alle risorse di Regione Veneto e Fondazione Cariverona - ha detto il Sindaco Tosi - si è realizzato un intervento di altissimo valore, che restituisce alla città di Verona uno splendido luogo di cultura, oltre ad una spettacolare nuova terrazza panoramica. Un sentito ringraziamento, quindi, per il loro impegno, che ha permesso la concretizzazione di un risultato dal sorprendente valore storico-architettonico, per l’importante contesto recuperato, nonchè artistico-culturale, per la bellezza del luogo e la ricchezza dei reperti che vi sono esposti. L'intervento troverà il suo completamento entro la fine dell’anno, con la messa in servizio della nuova funicolare di Castel San Pietro, che prevede la realizzazione di una fermata intermedia per favorire un più comodo accesso al museo. Un ringraziamento particolare alla Soprintenza per i beni storici e artistici, rappresentata dal dottor Fabrizio Magani, per aver affiancato con grande competenza una progettazione particolarmente complessa. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno lavorato con passione e impegno al recupero di questo luogo straordinario. Grazie a Regione Veneto e Fondazione Cariverona: senza il loro intervento oggi questa inaugurazione non ci sarebbe stata”.
“La Regione del Veneto ha partecipato con convinzione a questa rinascita - ha detto Corazzari - assegnando al Comune di Verona oltre 3,5 milioni di euro nell'ambito del Programma Operativo Regionale (POR), che ha destinato complessivamente circa 15 milioni alle sedi museali del Veneto. Si tratta, quindi, di un intervento che si colloca all’interno di un’azione di recupero e valorizzazione più ampia: un’operazione che ha come obiettivo quello di creare una rete moderna e qualificata di grandi attrattori culturali della nostra regione. Un traguardo verso il quale contiamo di proseguire anche attraverso l’utilizzo strategico dei Fondi di Sviluppo e Coesione (FSC)”. 
“Fondazione Cariverona, in sinergia con l'Amministrazione comunale - ha detto il presidente Mazzucco - ha avviato da tempo il progetto di riqualificazione di Castel San Pietro, unitamente alla realizzazione della funicolare, con il più ampio e articolato obiettivo di rivitalizzazione l'intero colle di San Pietro, attraverso l’attivazione di una serie di funzioni culturali e di azioni complesse per il recupero e l’ammodernamento delle strutture esistenti. In quest'ambito, Fondazione Cariverona ha offerto la propria disponibilità a farsi carico della parte restante dei costi dell’intervento di ristrutturazione del Museo Archeologico, destinando circa 2 milioni di euro e designando alla progettazione gli stessi professionisti già incaricati del nuovo polo museale a Castel San Pietro”. 
Bus turistici, continuano i controlli
Scritto da red2   
venerdì, 27 maggio 2016 21:22
Proseguono i controlli della Polizia municipale sui bus turistici, con verifiche sulla regolarità generale del trasporto, sulle caratteristiche del veicolo e sulle condizioni del conducente in relazione al rispetto delle ore di guida e dei periodi di riposo obbligatorio. E’ proprio su questi ultimi aspetti che vengono rilevati dagli agenti le mancanze più frequenti. Su 15 bus turistici controllati, quattro sono risultati irregolari, con conducenti che non avevano rispettato i periodi di riposo obbligatorio oppure che avevano guidato per un numero di ore superiore a quello massimo consentito.
Sette le violazioni complessivamente rilevate e 25 i punti decurtati dalla patente. 
Durante i controlli è stato inoltre verificato il funzionamento dei sistemi di sicurezza, quali la presenza degli estintori a bordo e il corretto funzionamento del sistema di apertura manuale delle porte in caso di emergenza.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 6481
© 2016 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.