Home arrow News, indice arrow Lettere dei Lettori arrow Fondazione Arena nel pallone, dimissioni e mancate nomine
WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB
Fondazione Arena nel pallone, dimissioni e mancate nomine PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Bertucco   
giovedì, 08 febbraio 2018 00:42

LETTERE DEI LETTORI

Tra dimissioni presentate ancor prima di cominciare e nomine che non riescono ad andare in porto, la Fondazione Arena sembra la Roma di Virginia Raggi. Le scelte personali non si discutono, il dato di fatto, tuttavia, è che il presidente di Confindustria, il cui ingresso in Fondazione era stato annunciato per settimane con squilli di tromba e rulli di tamburi, lascia il consiglio di amministrazione dopo una sola seduta. Un duro colpo per la compagine di vertice dell’ex ente lirico che non brilla certo per qualità, per di più nata da un lungo quanto inutile braccio di ferro con il Ministero.
Sintomatico dello smarrimento il fatto che non si riesca nemmeno a nominare quel Gianmarco Mazzi che pure ha già presentato (a proposito, a che titolo?) il programma della stagione areniana dell’extralirica. Si continua a parlare dell’entrata di De Cesaris senza risolvere il piccolo problema che un direttore la Fondazione Arena ce l’ha già. Dopo tutte le promesse fatte ai lavoratori in campagna elettorale sarebbe imperdonabile pensare soltanto ad accrescere il numero dei direttori.

Michele Bertucco, consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune 
< Precedente   Prossimo >
© 2018 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.