Home arrow News, indice arrow sport arrow Chievo, 4 gol e quarto ko di fila
WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB
Chievo, 4 gol e quarto ko di fila PDF Stampa E-mail
Scritto da red2   
sabato, 15 aprile 2017 19:40
Il Cagliari travolge il Chievo 4-0: sardi in vantaggio all'8' con Borriello che fa tap-in su una respinta di Seculin. Al 15' raddoppia Sau che trova il gol in diagonale dopo un bel dribbling. Joao Pedro al 40' approfitta ancora una volta di un rinvio corto del portiere veronese e al 90' chiude i conti realizzando la personale doppietta. La squadra di Rastelli aggancia i gialloblu in classifica a quota 38 punti e torna al successo in casa dopo 3 mesi. 
Un netto 4-0 maturato praticamente nel primo tempo, e sigillato al 90', che risuona come una prova di forza del Cagliari, abile nel palleggio e nel saper sfruttare le qualità dei suoi uomini d'attacco. il consolidato modulo di Rastelli con Joao Pedro e Sau alle spalle di Borriello e le iniziative sulla fascia di Ionita, consente ai sardi di avere sempre il match in mano, arrivando facilmente alla conclusione e senza quasi mai soffrire le rare iniziative veronesi. Borriello, a quota 15 gol in campionato, si guadagna la vacanza pagata da Bobo Vieri ma soprattutto si conferma terminale offensivo fondamentale per i suoi. Superlativa in difesa la prova di un Salamon schierato a sorpresa e sempre attento. Il Chievo falcidiato dagli infortuni prima e durante la gara non trova mai il sussulto giusto e, di fatto, non entra mai in partita. 
Al Sant'Elia si affrontano due squadre che in comune hanno una classifica comoda e, in generale, hanno disputato una stagione tranquilla senza mai che il discorso salvezza fosse in discussione. Il Cagliari, però, nel girone di ritorno ha ottenuto tre sole vittorie e in casa non ottiene il successo dal 15 gennaio. Rastelli schiera un 4-3-2-1 dove le novità sono le scelte di Salamon in difesa e Deiola a centrocampo al posto di Padoin. Maran, la cui squadra è reduce tra tre sconfitte esterne di fila, disegna un 4-3-1-2 con De Guzman alle spalle della coppia d'attacco Pellissier-Meggiorini considerando che Inglese e Birsa sono indisponibili. 
La partenza spumeggiante è tutta del Cagliari che ci mette intensità e nel giro di pochi minuti costruisce diverse palle-gol con Borriello, Salamon e Joao Pedro. E all'8' è già in vantaggio grazie a una botta da fuori di Tachtsidis, respinta da Seculin, su cui Borriello è lesto a buttarsi per fare un comodo tap-in e realizzare la sua rete numero 15 in campionato. Il Cagliari colpisce con i suoi uomini di maggior qualità e dopo 4 minuti trova il raddoppio con Sau che dopo un dribbling in area incrocia sul secondo palo: per l'attaccante, che non segnava dal 22 dicembre, è il quinto gol in stagione. Il Chievo non c'è, continua a perdere palloni pericolosi sulla mediana e a lasciare spazi al Cagliari che rischia solo su un'incusione di Meggiorini che calcia bene ma, complice una leggera deviazione di Rafael, trova solo il palo. In casa veronese piove sul baganto visto che in soli 25 minuti Maran deve cambiare per infortunio prima Cacciatore poi Meggiorini, sostituiti da Spolli e Gakpè. Il Cagliari, concreto e convincente, resta in assoluto controllo e quando gioca di prima mette in estrema difficoltà un Chievo sempre lento nella manova. Sul finire del tempo Joao Pedro inizia a prendere le misure: prima viene murato da Seculin di piede sul primo palo poi, al 40' trova il 3-0, e la sua quarta rete in stagione, spingendo in porta una respinta del portiere veronese su cross di un instancabile Ionita. I sussulti d'orgoglio degli ospiti sono affidati a Castro, il più pericoloso dei suoi, che trova però sulla sua strada un Rafael reattivo che gli dice no dopo una bella combinazione con Gakpè. 
Il Chievo torna in campo rassegnato, continua a fallire troppi disimpegni e ad essere molle nelle poche sortite offensive. Il Cagliari palleggia meglio ed è più bravo ad aprire spazi pur senza forzare con veemenza. Le sporadiche avanzate gialloblu, come quella di Gapkè, trovano un Rafael attento e alla fine sono sempre e solo i padroni di casa a dare la sensazione di poter colpire ed essere più pericolosi con Sau, Borriello e Deiola capaci di far tremare Seculin. Dopo diverse occasioni non sfruttate dai padroni di casa, al 90' è Joao Pedro dopo un'azione insistita a trovare il quarto gol per i suoi e la personale doppietta dopo aver messo a sedere Spolli e Seculin. Chiusa, dunque, sul finale, una gara che il Cagliari aveva già in mano dopo soli 15 minuti e che gli ospiti non hanno mai nemmeno provato a riaprire, anche a causa di infotuni e assenza non semplici da gestire. 
< Precedente   Prossimo >
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.