Home arrow News, indice arrow cronaca arrow Agricoltura mafiosa, Verona peggio di Palermo
WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB
Agricoltura mafiosa, Verona peggio di Palermo PDF Stampa E-mail
Scritto da red2   
martedì, 14 marzo 2017 23:49

Il fenomeno delle agromafie non è solo affare del Sud ma riguarda in prima battuta anche realtà del Nord di rilievo come Genova e Verona che risultano, rispettivamente, al secondo e terzo posto nella 'top ten' delle province più interessate dal business malavitoso, con Reggio Calabria a comandare la classifica. La Sicilia perde il primato ma resta nei primi dieci posti con 3 città.
Palermo al quarto posto, Caltanissetta settima, Catania nona. A seguire Agrigento (tredicesima), Messina (ventesima), Enna (ventunesima), Trapani (ventiduesima), Ragusa (ventitreesima), Siracisa (trentesima).
A stabilire la graduatoria delle province italiane rispetto all'estensione e all'intensità del fenomeno agromafia nel 2016 è il Rapporto Agromafie 2017 elaborato da Coldiretti, Eurispes e Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare. "Il tema vero - osserva il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina alla presentazione del rapporto - è riconoscere la complessità del fenomeno agromafie, al Nord come al Sud dobbiamo presidiare con grande attenzione".
"Sulle agromafie non si può abbassare la guardia - aggiunge il ministro -. Il mio ministero nelle attività di controllo ha fatto un salto di qualità enorme negli ultimi anni se penso ai 370mila controlli in tre anni che abbiamo realizzato autonomamente come ministero". Per quel che riguarda Genova "il dato emerso è particolarmente elevato - osserva Coldiretti - a causa di un diffuso sistema di contraffazione ed adulterazione nella filiera olearia nelle fasi di lavorazione industriale ed approvvigionamento dall'estero di oli di minore qualità da spacciare come italiani. A tali aspetti si sono poi aggiunte le operazioni di contrasto delle Forze dell'ordine che hanno comportato il sequestro di prodotti agricoli esteri vietati o adulterati (ad esempio, farine Ogm e oli di palma). In provincia di Verona l'intensità dell'agromafia risulta significativa sia per il fenomeno dell'importazione di suini dal Nord Europa e indebitamente marchiati come nazionali, sia per gli interventi delle Forze dell'ordine a contrasto dell'adulterazione di bevande alcoliche e superalcolici come nel caso della rinomata grappa locale".

< Precedente   Prossimo >
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.