WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB
Tosi, panem et circenses PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Pavoni   
mercoledì, 24 dicembre 2008 02:34

Luminarie da giostra, circo alla Gran Guardia, municipio-casinò, mercatini in ogni angolo, fuochi d'artificio, brusa la vecia, Carnival show, concerti...
Manca solo che Tosi annunci anche "ricchi premi e cotillons" e poi ci siamo: da sindaco ad animatore di villaggio turistico, da Tosi a Fiorello.
Come avevano capito i latini, non solo con il pane, ma anche con i circensi si accontenta il popolo, conquistandone simpatie e voti.
Niente da dire e niente moralismi, per carità.
Un suggerimento, però, ce lo permettiamo.
Quando il sindaco, tramite lo strapagato ufficio stampa, annuncia il concerto dei "Dick Dick" sarebbe il caso di citare correttamente il nome del gruppo.
Dik Dik.
Non solo perché quando si vanta di portare a Verona niente-popò-di-meno-che i famosi Dik Dik sarebbe opportuno non sbagliarne il nome, ma anche perché in inglese Dick è la traduzione di quell'attrezzo che i leghisti come Tosi dicono di avere sempre duro.
Il dick, appunto.
Forse con "Dick Dick" Tosi ci vuol dire che a Verona il celodurismo leghista raddoppia.
Panem et circenses... Sognando California.

< Precedente   Prossimo >
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.