WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Carnevale, chiesa di S. Nicolò assaltata con uova e farina
Scritto da red2   
venerdì, 24 febbraio 2017 23:19
Il solito carnevale, con sfilata, maschere, farina, uova, vandalismi...
Purtroppo, benché spray e schiume da barba siano vietati, ogni anno si contano i danni al termine della sfilata del venardi gnocolar.
Bande di giovanissimi hanno preso d'assalto molte facciate di palazzi del centro, vetrine, auto e moto.
Un autentico scempio si è consumato ai danni della chiesa di San Nicolò, subito dietro l'Arena, e del sagrato antistante.
Decine e decine di uova e molti chili di farina hanno lordato chiesa e piazza, rendendo quasi impossibile camminare davanti all'edificio, tanto il pavimento era sporco e scivoloso.
Per il resto, il solito carnevale con sfilata dei carri tradizionali.
Come ogni anno, prima della sfilata, in mattinata a palazzo Barbieri le maschere del Carnevale veronese sono state ricevute dal sindaco. Il corteo, pronto per la sfilata pomeridiana lungo le vie del centro, era accompagnato dal presidente del Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco Valerio Corradi.
“Il Bacanal del Gnoco, con i suoi quasi 500 anni di storia, è sicuramente la tradizione veronese più antica – ha detto il Sindaco – un evento particolarmente atteso e caro alla città che, in questo giorno di festa, accoglierà con entusiasmo e grande partecipazione la consueta sfilata delle maschere. Un ringraziamento al Comitato del carnevale veronese che, con passione costante, riesce a realizzare ogni anno non solo la festa del ‘Venerdì Gnocolar’ ma un ricco calendario di eventi su tutto il territorio cittadino”.
“Una tradizione – ha sottolineato l’assessore Ambrosini – frutto di una lunga storia di passione e di impegno di tanti che hanno sempre creduto in questa festa e nella necessità di tramandarne significati ed importanza nel tempo”. 
Maestre somare, bocciate oltre la metà delle candidate
Scritto da red2   
venerdì, 24 febbraio 2017 23:00
Strafalcioni come "rattopo", "disciendente" o "aquisto" nelle risposte scritte per reclutare nuove maestre in Veneto: così la selezione al primo turno ha costretto gli esaminatori a bocciare il 53% dei partecipanti e ad ammettere all'orale 1.604 su 3.410 iscritti. A raccontare, dalle pagine del Corriere del Veneto, come è potuto accadere è uno degli esaminatori. "Ci siamo trovati davanti a errori grossolani - spiega - certamente c'erano anche imprecisioni legate ai contenuti, ma quelle sono sempre prevedibili in un esame. Ci hanno colpito invece gli errori grammaticali". Sbagli, sottolinea l'esaminatore, "che molto spesso vengono corretti anche ai bambini delle scuole elementari, le stesse in cui queste maestre sarebbero dovute andare ad insegnare".
Ladro di bici condannato a vivere in auto
Scritto da red2   
giovedì, 23 febbraio 2017 23:36
Sorpreso dalla Polizia assieme ad un complice con tre biciclette rubate, è stato condannato all'obbligo di dimora con il divieto di uscire nelle ore notturne, però vive in auto. Per questo dovrà riferire alle forze dell'ordine dove parcheggia la sua auto, eletta a casa d'emergenza. Protagonista della vicenda un 26enne, fermato la notte scorsa a Verona assieme ad un ragazzo di 19anni dagli agenti delle Volanti della Questura, allertati dai cittadini nel quartiere Stadio per una raffica di furti in alcuni garage. I due giovani sono stati bloccati più tardi nelle vicinanze, con tre bici risultate provento di furto. Nel processo per direttissima il giudice ha disposto la misura dell'obbligo di dimora con il divieto di uscire di notte; uno dei due condannati vive a casa della nonna, ma l'altro è senza fissa dimora e trascorre le notti in auto: quindi dovrà essere reperibile dalla Polizia, riferendo sempre dove si trova la vettura.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 6818
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.