WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

L'Hellas rilancia la Fiorentina
Scritto da red2   
domenica, 23 novembre 2014 19:37
Altro che viola: la Fiorentina è la bestia nera del Verona.
Al Bentegodi vince sempre, anche oggi.
E dire che i viola erano in crisi nera. Non che per il Verona fosse un gran momento: 3 punti nelle ultime 5 partite...
Risultato finale 2-1 per i toscani.
Era iniziata bene per il Verona. Già al 5' la prima grande occasione: i gialloblù sono molto aggressivi recuperando numerosi palloni grazie al pressing sulla trequarti avversaria. Obbadi lancia Toni nello spazio in verticale, la palla è filtrante per Nico Lopez che tutto solo conclude a lato. Al 9' si ferma Obbadi costretto ad abbandonare il campo dolorante. Mandorlini chiama il cambio. Entra Campanharo.
Dopo il grande inizio del Verona la Fiorentina di Montella ritrova se stessa e anche il gol. Il vantaggio arriva dal corner con Gonzalo Rodriguez che tutto solo ribatte in rete da pochi passi un tiro di Alonso. Difesa del Verona immobile! Al 20' altra occasione da gol per la viola. Ancora Rodriguez con uno stacco di testa che viene fermato dall'intervento in volo di Rafael. Al 22' insiste la Fiorentina con Marcos Alonso che calcia troppo centrale con il suo sinistro. Al 27' occasionissima di Gomez che prende in pieno la traversa.
Il Verona non molla e trova il gol del pareggio con Nico Lopez. L'assist è di Luca Toni che finalmente resiste all'anticipo di Rodriguez e riesce a servire il suo compagno. L'uruguaiano sfugge la marcatura di Basanta e fulmina Neto che esce disperato senza riuscire a proteggere la sua porta. Gran gol di Nico Lopez ma Montella non ci sta. Verso la fine del primo tempo la viola prova ad attaccare e a trovare furiosamente il gol del vantaggio ma non c'è tempo e finisce la prima metà di gioco.
Si ricomincia con il possesso palla viola ma il Verona non rinuncia al pressing. Grande partita di Nico Lopez che attacca instancabilmente tutta la linea offensiva avversaria. Basanta continua a perdere palloni in fase di impostazione. Momento di sofferenza per la Fiorentina che non riesce a ripartire. Basanta abbatte poi Toni che va a conquistare strategicamente questo fallo. Veramente decisiva la prova di Luca Toni.
La Fiorentina non ci sta e al rientro in campo ferisce gli avversari con il gol del 1-2. Li punisce Cuadrado che si avventa su un traversone di Alonso e colpisce sul secondo palo, arrivando in anticipo su Moras. Fiorentina in vantaggio. Al 63' esce l'autore dei due assist Alonso per far spazio a Vargas. Primo cambio per Montella. Prova a farsi vedere il Verona ma l'atteggiamento della squadra appare piuttosto rinunciatario dall'inizio della ripresa.
La partita finisce senza altre grandi emozioni: Verona colpevole di essere stato troppo rinunciatario nella ripresa.
Chievo, buon pari in casa di Tot˛
Scritto da red2   
domenica, 23 novembre 2014 19:30

Partita mediocre, un punto prezioso e tanti applausi allo straordinario avversario Totò Di Natale che siglando il temporaneo vantaggio udinese raggiunge quota 200 gol in 400 partite in serie A.
Finisce 1-1 con una piccola boccata d'ossigeno per il Chievo.
Il Chievo parte subito in attacco ma Pellissier è in fuorigioco. I ritmi sono molto bassi. Le squadra si studiano cercando gli spazi da aggredire. Il primo squillo arriva al 10' ed è di Paloschi. Con un colpo di testa l'attaccante in equilibrio precario non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.
Gol annullato al 25' all'Udinese. Di Natale su calcio piazzato aveva pennellato per la testa di Danilo che confia la rete in posizione di offside. Al 28' ci prova Badu che calcia in scivolata e per poco non sorprende Bizzarri con un pallonetto che scivola sul fondo. Ammonito Di Natale. Al 30' opportunità anche per Schelotto che su calcio d'angolo battuto da Birsa può colpire indisturbatamente di testa ma non trova lo specchio della porta.
L'Udinese comincia il secondo tempo in attacco. Dainelli ha la peggio nel contatto aereo con Thereau che rischia anche di segnare. Si vede però ribattuta la sua conclusione da Frey. Di Natale attacca instancabilmente. Prova ad inventare per Badu che non arriva sulla sfera. Al 59' arriva la prima sostituzione. Esce Schelotto ed entra Bellomo. Ammonito Pinzi. Ma la vera grande occasione è di Paloschi al 60'. Questi è bravissimo a calciare di prima sul servizio di Radovanovic ma la palla finisce fuori di un soffio.
Al 65' esce il capitano del Chievo Pellissier per far spazio a Maxi Lopez. Il cambio favorisce i gialloblù che non si arrendono e al 74' trovano un grandissimo gol del pareggio con Ivan Radovanovic che ristabilisce gli equilibri in campo. Una bordata da 25 metri la sua, che trova l'angolo giusto senza lasciare speranza di intervenire a Karnezis. Il portiere non può arrivarci. Al 75' Piris esce per far posto a Bruno Fernandes.
All'Udinese non basta Di Natale nè il suo 200esimo goal e viene fermata in casa da un Chievo agguerrito che ce la mette proprio tutta. Il gol di Radovanovic è una gioia per gli occhi. Pareggio meritato anche se Di Natale da solo avrebbe potuto vincere il match per la forza e la determinazione con cui continua a giocare ancora oggi.

Prostituta rumena uccisa sulla statale
Scritto da red2   
domenica, 23 novembre 2014 19:02
Una rumena di 46 anni è stata aggredita e uccisa sulla strada statale Gardesana, dietro ad un distributore di benzina, poco prima dell'incrocio alla Bassona con la statale 12.
L'omicidio, secondo i riscontri del reparto operativo dei Carabinieri, è maturato nel mondo della prostituzione.
Dopo il ritrovamento del cadavere, che presenta vistose tumefazioni, in particolare al volto, i militari hanno raccolto nelle ultime ore le testimonianze delle colleghe della donna e di alcuni camionisti.
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 5540
© 2014 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.