WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Richiedenti asilo, incontro tra sindaco e prefetto
Scritto da red2   
giovedý, 13 luglio 2017 22:26
In una lettera portata oggi al Prefetto, il Sindaco di Verona Federico Sboarina ha chiesto l’elenco aggiornato e completo delle strutture presenti sul territorio comunale che ospitano i richiedenti asilo con il numero di persone rispettivamente accolte, il nome e la sede degli organismo preposti all’assistenza per effettuare i controlli necessari ad evitare situazioni di pericolo e degrado. 
Il contenuto della lettera è stato discusso nell’incontro avvenuto oggi in Prefettura tra il Sindaco e il Prefetto Salvatore Mulas, al quale hanno partecipato anche l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato e il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura. 
Una richiesta frutto delle numerose di residenti su situazioni di degrado urbano causate dalla presenza nel territorio di cittadini extracomunitari richiedenti lo status di rifugiato politico. Ma anche da alcuni episodi di sovraffollamento, anche recenti, in strutture non adeguate dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza. “Una visita proficua – ha sottolineato il Sindaco Sboarina – nella quale è stata evidenziata, da parte del Prefetto, la disponibilità a dare riscontro alle nostre richieste e a collaborare con il Comune. Da parte mia gli ho assicurato l’impegno nel portare avanti un forte lavoro di squadra, e ho chiesto il massimo coordinamento delle forze dell’ordine cittadine. Sarò un Sindaco molto presente, che punterà ad accrescere il più possibile il lavoro sinergico, unica via per garantire la percezione della sicurezza ed accrescere la qualità della vita dei veronesi”. 
“Ho chiesto un’intensificazione dell’operatività tra le Forze dell’Ordine e la Polizia municipale. Il prefetto mi ha garantito collaborazione, al fine di potenziare ulteriormente il presidio del territorio - aggiunge Polato -. Inoltre, rafforzeremo la sinergia tra Polizia municipale e il controllo demografico dei richiedenti asilo”.
Troppi incidenti, cancellato passaggio pedonale all'Adigeo
Scritto da red2   
giovedý, 13 luglio 2017 22:23
Sarà tolto già da oggi, con la cancellazione delle strisce bianche sul manto stradale, l’attraversamento pedonale in viale delle Nazioni, all’altezza dell’ingresso del centro commerciale Adigeo.
Lo ha annunciato il Sindaco Federico Sboarina, al termine della riunione tecnica convocata in Municipio dopo l’incidente stradale avvenuto nella serata di ieri. Presenti l’assessore alla Viabilità e Traffico Luca Zanotto e il Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura. 
“Per motivi di incolumità pubblica e per garantire la sicurezza dei cittadini interveniamo in maniera drastica, togliendo nell’immediato il passaggio pedonale – ha spiegato il Sindaco –. Dall’apertura del centro commerciale, questo è il quarto caso di pedoni investiti sulle strisce, di cui tre particolarmente gravi. Serve un provvedimento urgente e definitivo prima che si verifichino altri incidenti. Quello di oggi - aggiunge il Sindaco - è solo il primo passo per far fronte all’emergenza, in attesa di un intervento definitivo, quale potrebbe essere ad esempio un sovrappasso, che dovrà essere realizzato da Adigeo, in tempi mi auguro il più brevi possibili”.
Questi gli interventi già programmati dall’Amministrazione comunale, illustrati dall’assessore Zanotto: l’immediata cancellazione delle strisce bianche e, al contempo, l’installazione di transenne lunghe 200 metri sul marciapiede opposto ad Adigeo, che inibiranno il passaggio ai pedoni; entro domani, la fermata dell’autobus in corrispondenza di Adigeo sarà spostata nel luogo più idoneo vicino al Bauli e al passaggio pedonale semaforico; quindi si interverrà nella semicarreggiata che divide i due sensi di marcia, con il posizionamento di una recinzione di 360 metri lungo tutto viale delle Nazioni. 
“L’obiettivo – afferma Zanotto – è portare i pedoni ad attraversare nei passaggi sicuri, meglio se regolamentati dal semaforo, anche per non rallentare la viabilità di una strada sempre molto trafficata”.
Festa tifo pro Hitler, indaga la Procura
Scritto da red2   
giovedý, 13 luglio 2017 22:20
Finirà all'attenzione della prima seduta del nuovo Consiglio comunale di Verona il caso dei cori nazisti inneggianti a Hitler ed Hess durante la festa della curva Sud dei tifosi del Verona, svoltasi a fine giugno allo stadio Bentegodi. La Digos, intanto, ha acquisito il relativo video che da qualche giorno circola su internet ed ha inviato un'informativa alla Procura della Repubblica.
La richiesta al Consiglio comunale è stata avanzata da Michele Bertucco, consigliere di Verona e candidato sindaco per la sinistra alle recenti elezioni. "Sono comportamenti umilianti - ha detto Bertucco - sia per la città, la cui storia anche recente è macchiata da efferatissimi delitti che hanno avuto come cornice l'ideologia della destra razzista e xenofoba, sia per la stessa società sportiva dell'Hellas Verona, impegnata in un percorso di affrancamento dall'immagine negativa che le frange più violente del tifo le hanno appiccicato addosso negli ultimi decenni". Un fermo monito contro chi inneggia al nazismo è stato lanciato dalla presidente dell'Ucei Noemi Di Segni e dal presidente della Comunità ebraica di Verona Bruno Carmi. Nel messaggio congiunto ai presidenti della Figc Carlo Tavecchio, dell'Hellas Verona Maurizio Sette, al sindaco di Verona così come a prefetto e questore, Di Segni e Carmi spiegano come "non possiamo che dirci profondamente allarmati per quanto accaduto nella recente festa della curva sud dell'Hellas Verona, diventata vera celebrazione del nazismo". 
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 7019
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.